domenica 29 gennaio 2012

Come salvaguardare la cagna non sterilizzata

Tutto quello che c'è da sapere sulla sterilizzazione e castrazione - Cane: Per vari motivi si può decidere di lasciare la femmina intera. A tale proposito occorrerà però gestire con molta attenzione i controlli da fare sulla femmina (come in umana del resto). Una femmina intera sarà da tenere sotto stretto controllo per eventuali tumori mammari o uterini senza contare infezioni quali la piometra che se non presa in tempo può portare alla morte.
Non ci sono esami specifici da fare ma solo la massima attenzione da parte dei proprietari a tutti gli eventuali cambiamenti della cagnina. La cosa migliore è la palpazione accurata delle mammelle. Se al tatto si percepisce una qualche anomalia si ricorre immediatamente al veterinario che interverrà nel modo dovuto. Stessa cosa per quanto riguarda l’apparato uterino. La piometra è una malattia portata da un microrganismo isolato (Escherichia coli) che genera un’infezione batterica nella vagina e che, se non riconosciuto in tempo, può portare alla morte dell’animale. I sintomi normalmente sono inappetenza parziale o completa, letargia, poliuria e vomito, talvolta un po’ di febbre. L’utero si presenta aumentato di volume. Normalmente si presenta nella fase di diestro e si possono notare delle perdite anomale “gelatinose”. Se si vuole salvare la cagnina si deve intervenire chirurgicamente procedendo alla sterilizzazione dell’animale.
Tornando quindi al discorso di prevenzione, sarebbe buona norma eseguire, subito alla fine del calore, una ecografia per assicurarsi che non ci siano patologie uterine.

'via Blog this'

Nessun commento:

eb

Si è verificato un errore nel gadget