giovedì 22 dicembre 2011

non regaliamo cuccioli per natale alimentiamo il traffico illegale e rischiamo siano abbandonati



Fermiamo il traffico illegale di cuccioli, gli animali non sono giocattoli.
Questi cuccioli vengono importati illegalmente prima dell’età fissata dalla legge (non possono essere commerciati prima dei 60 giorni di età), con passaporti falsi, senza le dovute vaccinazioni, costretti a viaggi massacranti, ammassati in pessime condizioni per ore su un furgone. I cuccioli hanno poche settimane di vita perché, più sono piccoli, più sono “vendibili”. Proprio per questo motivo, circa il 40% di essi muore durante il trasporto a causa delle pessime condizioni del viaggio o per il fatto che vengono separati dalle loro madri troppo presto.

Inoltre, quando arrivano, sono spesso ammalati. Sono imbottiti di antibiotici per tenerli sufficientemente vispi per il tempo che serve a trovare un cliente ma non sono curati in modo adeguato. Ciò comporta anche un rischio sanitario sul territorio nazionale per l’eventuale diffusione di malattie endemiche dell’est Europa. Chi acquista questi cuccioli? Privati e negozianti poco onesti li acquistano ad una cifra pari a circa 30-40 euro e poi li rivendono a prezzi molto più elevati: in media 700-800 euro (ma anche di più) a seconda della razza. Secondo il Nirda (Nucleo investigativo reati in danno agli animali) è un fenomeno in espansione perché questi cuccioli non vengono venduti solo nei negozi ma anche su internet o in allevamenti fasulli, che servono solo da facciata. Questo business è complessivamente stimato a circa 400 mila esemplari l’anno ed il giro d’affari stimato è di diversi milioni di euro. Come se non bastasse, la malavita organizzata è sempre più partecipe in questo commercio illecito. Il Paese principale del commercio illegale è l’Ungheria, ma non è l’unico. I cuccioli provengono anche dalla Polonia, dalle ex Repubbliche Sovietiche, dalla Slovenia e dalla Romania. La rete ha come snodo strategico in Italia il Friuli Venezia Giulia, da cui poi gli animali vengono distribuiti in tutta la Penisola. Le razze più richieste sono chihuahua, carlino e pincher, ma sono in aumento anche le richieste di animali di taglie più grandi.
Questo traffico illecito stimola il desiderio di risparmiare acquistando un animale importato ma, in realtà, è una truffa. La regola per evitare di essere truffati è quella di non essere coinvolti in scambi poco trasparenti, è necessario sempre verificare la riconoscibilità del venditore. Evitate gli acquisti online da persone delle quali si conosce solo il numero di telefono e gli scambi in autostrada, senza poter risalire all’allevamento e ai genitori dell’animale. E’ indispensabile, inoltre, richiedere la documentazione sanitaria che certifichi la corretta profilassi. La legge su questa attività illecita è chiara e le pene sono severe: reclusione da tre mesi a un anno e multe da 3mila a 15mila euro, con aggravante se il cucciolo è di età inferiore a 12 settimane. La legge si riferisce sia ai venditori che agli l’acquirenti. Un altro grande problema è che, passate le feste natalizie, il 40% di questi animali viene abbandonato.
La scelta di vivere con loro deve essere consapevole e responsabile ed esiste un vincolo preciso: non ci si può separare da loro come e quando si vuole. I cuccioli non sono giocattoli da regalare a Natale ma sono esseri viventi caratterizzati da sentimenti, emozioni e tanti bisogni. Prima di comprare un cucciolo, bisogna essere assolutamente sicuri di poterlo accudire, dedicandogli tempo, amore e dedizione. Loro dipenderanno da te per la loro vita. Se vi ritenete pronti e sicuri di voler acquistare un cucciolo di razza rivolgetevi ai veterinari che sapranno consigliarvi dove acquistarli con sicurezza. L’invito ed il consiglio che, però, voglio fare è: adottate un trovatello! Ci sono tanti cani e gatti che soffrono e che hanno bisogno di affetto. Nei canili, per esempio, ci sono tantissimi cani di tutte le età. Li si visita, si prova a verificare la propria attitudine con essi e poi, quando si è veramente sicuri, si avviano le pratiche per l’adozione.


continua su: http://www.fanpage.it/fermiamo-il-traffico-illegale-di-cuccioli-gli-animali-non-sono-giocattoli/#ixzz1hIgKeAar 
http://www.fanpage.it

Nessun commento:

eb

Si è verificato un errore nel gadget